La più bella tra le stelle gialle: la Superba

I colori de La Superba

La stella Y dei Cani da Caccia, Y CVn,
è una delle carbon stars più luminose del cielo,
divenuta famosa con il nome assegnatogli da Angelo Secchi,
quando, rimanendo stupido dell’intensità della sua colorazione,
non esitò a definirla Superba!

Tutto ciò esattamente 150 anni fa e
nel bicentenario della nascita dell’astronomo italiano!

Memoria Secoda sugli spettri prismatici delle stelle fisse – Angelo Secchi – 1868 – pag. 11

Presente già nel 1803 tra le 33 étoiles rouges di Lalande,
il primo vero catalogo di stelle più rosse del cielo,
Y CVn fu però scoperta da W. Herschel nel 1788
quando il 27 aprile annotò l’osservazione
di un puntino «deep red» in quella zona di cielo.

Erano quelli i primi anni in cui si cominciava
a notare la colorazione rossastra delle stelle,
e quasi nessuna delle variabili al carbonio più rosse
era stata ancora scoperta. Ecco probabilmente perché
ciò che questi due osservatori hanno definito “rosso”,
diventa per noi, alla luce di tutte
le altre stelle veramente più rosse,
un giallo-oro, con sfumature di arancio.

Greg Parker – New Forest Observatory

Trovarla è semplicissimo,
perché forma un triangolo rettangolo
insieme a Cor Caroli e a Chara,
in direzione dell’Orsa Maggiore.
Attenti solo a non confonderla
con la vicina TU Canum Venaticorum
che ha sfumature gialle ma molto meno intense!

Confrontandola con UU Aurigae dalle sfumature oro rosso,
si può notare come il suo colore, pure se marcato,
sia rispetto a questa più tendente al giallo che all’arancione.

Fu proprio il colore di queste due stelle a portare
Angelo Secchi alla scoperta delle variabili al carbonio!

Cieli colorati!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *