Carbon stars con stelle doppie colorate

I colori delle… stelle

L’osservazione delle stelle doppie colorate
e la selezione delle più rosse variabili al carbonio
mi ha inevitabilmente portato dinanzi
a quei rarissimi casi in cui, i due oggetti
essendo prospetticamente vicini,
si possono osservare contemporanemante
in una sola occhiata al telescopio:
tripletti stellari colorati nei quali,
ogni astro brilla con una differente sfumatura colorata!

Finora sono riuscito a scovarne solamente tre!
Una quantità niente male, direi,
considerando la causalità del fatto.

Eccoli:

UNO

La luminosa stella φ del Toro, ad esempio
che brilla poco a Sud delle Pleiadi,
si rivela al telescopio come una stella doppia
in cui la componente principale,
molto più luminosa della secondaria azzurra,
ha una colorazione intensamente gialla.

Mappa

Da sola non sarebbe affatto
tra le più belle doppie con queste sfumature.

Ma il caso vuole che ad una decina di primi più in là
brilli SAO76536, una carbon star
tutto sommato abbastanza luminosa
dall’intenso colore arancio-ramato!

Il tripletto di φ Tau. Non lasciamoci ingannare dai colori di quest’immagine.

Bellissimo è riuscire a notare i loro colori
attraverso una semplice occhiata al telescopio!
Quella che è l’evoluzione stellare, come per magia
diviene visibile in un solo momento nei suoi tre principali stadi,
di stella-azzurra, stella-gialla e gigante-rossa!

Come ho detto l’astro azzurro
è purtroppo, in questo caso, molto poco luminoso,
ma c’è da dire che indipendentemente da esso
la coppia formata dalla stella gialla e da quella ranciata
è probabilmente, già in sé, dalle nostre latitudini,
quella col più intenso contrasto cromatrico
tra queste due colorazioni!

DUE

Un tripletto simile lo troviamo in miniatura
nella costellazione dell’Auriga:

Mappa

non lontano dal bellissimo ammasso aperto M37, infatti,
si trova la poco luminosa STT117
una coppia stretta di piccole stelle
dal tenue contrasto giallo e azzurrino,
che anche stavolta viene fuori dall’anomimato del cielo
solamente perchè a pochissimi primi da essa
brilla FU Aurigae, una debole variabile al carbonio
dalle leggere sfumature rossastre!

FU Aur ed STT117. Nell’immagine la piccola compagna azzurra è nascosta dalle luci della principale gialla.

Pure in questo caso i colori più evidenti
sono quelli visibili nella stella gialla e in quella rossastra
tuttavia il loro contrastro è meno intenso
rispetto a quello della coppia precedente.

TRE

In uno dei quattro tripletti colorati scovati
è proprio la variabile al carbonio
a far parte di un sistema binario: infatti,
la rossiccia AX Cygni, forma la doppia STT391
con una debole stellina dalle leggere sfumature azzurre!

Causalmente questa coppia di stelle
brilla prospetticamente vicinissima a STT393,
una debole coppia ulteriormente colorata di azzurro e giallo:
ci troviamo insomma di fronte
a due stelle doppie colorate prospetticamente vicine
in cui una delle componenti è una carbon stars!

STT391 e la stretta STT393 (in alto)

Questo quartetto di stelle colorate è sicuramente
molto meno appariscente dei precedenti,
tuttavia, la rarità della coincidenza,
ci rende in qualche modo “consapevoli” della sua bellezza.

Pur non mostrando elevatissimi contrasti cromatici,
questi tripletti e quartetti stellari costituiscono,
per così dire, una specialità de L’Albero delle stelle:
sono l’apice del suo fine, e ancora di più
sono ciò che lo specificano particolarmente
in quanto da nessuna altra parte, o quasi
si da particolarmente risalto
alle sfumature visibili in oggetti come questi.

Le sorprese comunque non sono finite qui,
perché anche altre stelle formano tripletti stellari colorati
pur non essendo sistemi binari o carbon stars!!!
Ma questa è un’altra storia!

Cieli colorati!!!

Le immagini sono tratte da Skymap.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *