ORGANIZZA UNA SERATA OSSERVATIVA!!!

Ecco un’idea davvero originale: ORGANIZZA UNA BELLA SERATA OSSERVATIVA!

Lo spettacolo della volta celeste che ogni notte si apre sopra le nostre teste, non passa indifferente agli occhi di nessuno: Luna e pianeti, ammassi stellari e nebulose, lontani milioni e miliardi di chilometri da noi, danzano lassù in alto su un palcoscenico immenso.

Continua a leggere ORGANIZZA UNA SERATA OSSERVATIVA!!!

Congiunzione diurna Luna – Spica

Ieri sera la Luna e Spica erano in congiunzione molto stretta. Eccole immortalate in un singolo scatto mentre sfioravano la cima della Basilica di Santa Croce in Gerusalemme a Roma alle 18:25 UT, quando il Sole era circa 3° sopra l’orizzonte.

Ad occhio nudo la stella non era ancora visibile, ma lo era chiaramente nelle foto della Nikon, anche 15 / 20 minuti prima di questo scatto, quando il Sole illuminava ancora l’angelo che sembra guardare in direzione della congiunzione.

Il cielo era molto azzurro, ma per la versione finale ho preferito attenuare notevolmente la saturazione dell’immagine.

Roma 16 giugno 2024
Nikon coolpix p510 ISO400 1/400s

Lo scatto è stato condiviso sui social di Earthsky

La LUNA sulla Basilica delle Lune

Ecco alcuni scatti di ieri della Luna al primo giorno accanto al campanile della Basilica di Santa Maria Maggiore di Roma, il più alto della città (75m).

In molti ricorderete che in questa bellissima Basilica è presente la LUNA dipinta dal Cigoli – tra il 1610 e il 1612 – ai piedi dell’Immacolata Concezione, famosa per essere stata rappresentata con tanti crateri proprio come le descrizioni e i disegni che Galileo Galilei, amico dell’artista, aveva pubblicato nel Sidereus Nuncius nel 1610.

Continua a leggere La LUNA sulla Basilica delle Lune

Osservazione diurna di Saturno e dei suoi anelli

Oggi ho osservato per la prima volta Saturno in pieno giorno e questo è il risultato. Ci avevo provato già qualche volta nel passato, ma senza riuscirci.

Oltre al disco del pianeta era visibile pure il suo caratteristico anello, anche se con più difficoltà. In questo periodo l’anello appare quasi come una sottilissima linea che taglia il pianeta in due parti.

Anche in visuale se ne percepiva la presenza: sia sopra il disco, come una linea scura; sia adiacente al disco, da una parte e dall’altra, come sottili linee più chiare.

Puntarlo manualmente è “facile” perché “basta” inquadrare col telescopio quella zona di cielo che il pianeta attraverserà durante il giorno. La sera prima si posiziona il telescopio, si mette ben a fuoco, ed il giorno dopo a quella precisa ora del giorno si ritrovo Saturno. Per farlo mi avvalgo ovviamente di un software e delle coordinate altazimutali.

Uno dei frame del video

Saturno era vicino al meridiano ed il Sole circa 20° sopra l’orizzonte. L’immagine sembrava perdere spesso contrasto a causa forse dell’umidità dell’aria.

Osservazione visuale delle supernove 2024iss ed 2024inv

Osservazione visuale della supernova 2024iss nella galassia PGC1846725

Oltre 60 milioni di anni fa un’enorme stella esplose in una galassia della Chioma di Berenice divenendo decine di volte più luminosa dell’intera galassia che la ospita.

Solo in questi giorni la luce di quell’immensa esplosione è arrivata fino a noi ed è cosí intensa ( poco sotto la 13esima magnitudine) da poter essere vista anche con telescopi amatoriali.

Eccola immortalata in alcuni scatti singoli fatti il 26 maggio dalla periferia di Roma dopo averla osservata in visuale per alcuni minuti a 228x e 300x. Le immagini non sono state modificate ed in quello centrale è visibile il passaggio di un satellite.

Continua a leggere Osservazione visuale delle supernove 2024iss ed 2024inv

Congiunzione diurna Venere – Giove a 3° dal Sole

OGGI i due “astri” più luminosi del cielo sono prospetticamente in congiunzione tra loro: li separa una distanza di 15 primi circa, cioé la metà di un disco lunare apparente.

Trovandosi però solamente a poco più di 3° di distanza dal disco solare, sono praticamente inosservabili… o quasi!

Eccoli infatti osservati e ripresi OGGI poco dopo le 11 UT da Roma! ( per vedere Giove bisogna guardare l’immagine in luoghi non troppo esposti alla luce).

Continua a leggere Congiunzione diurna Venere – Giove a 3° dal Sole

Osservazioni delle macchie lunari con gli alunni della scuola dell’infanzia

《 Di che COLORE è la LUNA? 》

Lo abbiamo chiesto ieri ad un gruppo di circa 30 alunni di 5 anni della scuola dell’infazia dell’IC Aristide Leonori di Roma.

Guardandola bene mentre si levava a Sud Est ci siamo accorti che non è affatto tutta BIANCA, o tutta GIALLA o tutta ARANCIONE come la disegnano solitamente i bambini, ma che la sua faccia è coperta da grandi zone GRIGIE ancora oggi chiamate Mari Lunari.Come succede con nuvole – con un po’ di fantasia – queste macchie lunari sembrano assomigliare a del fumo, ad una vera faccia che guarda o addirittura ad un intero coniglio.

《 Ma come ci è finito lì? 》

Secondo una antichissima favola tratta dal Pañchatantra, approfittando di questa pareidolia, un giorno un PICCOLO coniglio seppe affrontare il GRANDE re degli elefanti dicendo di essere proprio quel Coniglio visibile nella faccia della Luna. E con il suo coraggio riuscì a mettere in salvo le tane della sua colonia dalle grosse zampe degli elefanti. A termine della lettura, osservata la Luna al telescopio, hanno tutti ricevuto in dono il disegno del Coniglio nella Luna per allenarsi a riconoscerlo anche da casa. L’attività rientra nel Progetto UnSaltoNelCielo che l’IC propone a tutte le classi uscenti del primo e secondo grado di scuola.

Si ringraziano le docenti Maria Rosaria Vescio e Renata Moccia per l’organizzazione ed i genitori per aver accompagnato i loro piccoli.

Green Flash di Sirio

Il raggio verde della stella più luminosa del cielo. L’articolo è stato integralmente ripubblicato dalla rivista inglese BBC Sky At Night.

Intorno alla metà di maggio, Sirio raggiunge l’orizzonte Ovest e tramonta nelle luci del crepuscolo.

Nella prima parte velocità x8.

È questo il momento migliore per provare ad ammirare il suo tramonto e i giochi di colore che crea con l’atmosfera in un contesto ancora luminoso.

Continua a leggere Green Flash di Sirio

Sotto lo stesso cielo

Ieri sera dalle collinette del Divino Amore di Roma abbiamo guardato il cielo stellato come l’opera d’arte di un Grande Architetto.

Accompagnati dalle parole di Galileo, l’apparente “imperfezione” di una Luna così simile alla Terra e la disposizione casuale delle stelle nella volta celeste non sembrano affatto diminuire l’armonia che caratterizza il COSMO, ma anzi, ne aumentano la bellezza e diventano esse stesse tracce del divino.

Grandissima mi par l’inezzia di coloro che vorrebbero che Iddio avesse fatto l’universo più proporzionato alla piccola capacità del loro discorso, che all’immensa, anzi infinita, Sua potenza

Galileo Galilei, Dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo.

Cambiamenti nella Cometa 12P in 24h

☄️Confrontando gli scatti che negli ultimi due giorni ho fatto alla cometa 12P si nota quanto sia cambiato il suo aspetto in sole 24h.

Ieri la sua chioma appariva poco luminosa, evanescente e dalla forma parabolica. Diversamente dall’altro ieri, quando era quasi perfettamente sferica, densa e dai contorni ben definiti. Dettagli riconoscibili sia in foto che in visuale.

Ma non solo. Sovrapponendo i due scatti alla stessa mappa e facendo coincidere le stelline visibili accanto alla cometa nei rispettivi giorni, si vede chiaramente quanto la chioma sia cambiata pure nelle dimensioni.

Continua a leggere Cambiamenti nella Cometa 12P in 24h